Vendita

David e Nadia Plat'bos 2020 (75cl)
Chenin bianco
Sud Africa

Valutazione media delle recensioni: 96

Tim Atkin : 98    Platter's: 96    James Sucking: 95     Jancis Robinson: 17+    

Un vitigno che mi piace molto e che, vinificato dai migliori produttori sudafricani, è davvero straordinario; Tensione, acidità, salinità: ti fa salivare e hai un solo desiderio: tornare e servirti...

Pera, drupacee, agrumi, finocchio, spezie arricchiscono la salinità, l'acidità e questo vino fresco e preciso. 

 

Da gustare con branzino o crostacei alla griglia.
 

 

Tim Atkin: 98/100

David e Nadia Sadie fanno ora parte di un gruppo d'élite di produttori di Chenin Blanc dal Sud Africa, che producono costantemente vini di livello mondiale. Questo è il mio preferito del loro trio di vini a vigneto singolo nel 2019.
Questo vino proviene da un sito di 3,9 ettari su terreni granitici sul Paardeberg.
Compatto, teso e floreale, con una gradazione alcolica relativamente bassa, freschezza appetitosa, concentrazione e acidità, note di finocchio e spezie, mela e pietra focaia e un finale persistente. Un Grand Cru del Capo.
2021-32  


Tim Atkin
Scadenza: 2021 - 2032

 

Platter's: 96/100

Raccolto il primo tra i chenin (12% alcol), il 2020 è più leggero, meno piccante del precedente ma non per questo meno emozionante. Lavanda e sottile marmellata, poi pere e drupacee. Ampio ma teso, strutturato e strutturato dalla vinificazione, che aggiunge alla fine la scorza della mela cotta.

Fiona McDonald

  

James Suckling : 95/100

Al naso un carattere più salino con aromi di gusci di ostrica, scorza di lime, pere bianche, bacche di ginepro e gelsomino essiccato. Di medio corpo con buona acidità. Vivace e vibrante. Finale teso e minerale. Il migliore dopo il 2022.

James Suckling – 13 dicembre 2021

 

Jancis Robinson: 17+/20

Naso minerale molto intenso, con estratti e sapori di frutti verdi, ma non manca di maturità. Un'acidità molto marcata sul lunghissimo finale agrumato. Questo vino dovrebbe durare a lungo. Un suggerimento di lattuga d'agnello sul finale. Puoi sicuramente godertelo ora, ma idealmente aspetterei fino al prossimo anno. Vita grande e pulsante per questo vino che ha una sorta di Grosses Gewächs in termini di struttura: una miscela sicura di corpo, acidità e un finale asciutto. 

Jancis Robinson – 6 settembre 2021
Scadenza: 2022 - 2028 

 

Il dolore del Pinot è l'amore stesso, ma il motivo principale è il dolore, ma gli do il tempo di caderci dentro come un grande dolore e dolore. Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi bramano, non vedono, sono loro che abbandonano le proprie responsabilità per la colpa che lenisce le fatiche dell'anima. Il dolore stesso è l'amore Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi bramano, non vedono, sono loro che abbandonano le proprie responsabilità per la colpa che lenisce le fatiche dell'anima. Il dolore stesso è l'amore Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi bramano, non vedono, sono loro che abbandonano le proprie responsabilità per la colpa che lenisce le fatiche dell'anima. Il dolore stesso è l'amore Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi bramano, non vedono, sono loro che abbandonano le proprie responsabilità per la colpa che lenisce le fatiche dell'anima. Il dolore stesso è l'amore Per venire per il minimo, qualsiasi grande. Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi bramano, non vedono, sono loro che abbandonano le proprie responsabilità per la colpa che lenisce le fatiche dell'anima. Il dolore stesso è l'amore Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi desiderano non vedere, sono colpevoli perché chi abbandona le proprie responsabilità lenisce la mente fino alla stanchezza e all'obesità. Affinché per la maggior parte, ognuno di noi venga all'esercizio di qualsiasi tipo di impiego se non per trarne vantaggio dagli obiettivi. Ma il dolore nel film è ira di condannare, nel piacere che vuole sfuggire al dolore di essere maldestro nel dolore, nessun risultato. Sono le eccezioni che i ciechi bramano, non vedono, sono loro che abbandonano le proprie responsabilità per la colpa che lenisce le fatiche dell'anima.
Titolo predefinito
Le mignonettes devono essere conservate in frigorifero nella loro confezione sottovuoto e consumate entro 48-72 ore dal ricevimento.
Prezzo ridotto

Prezzo regolare 74,90 €
( / )
Tasse incluse. Spese di spedizione calcolato durante il checkout.
Clic qua per essere avvisato tramite e-mail quando David e Nadia Plat'bos 2020 (75cl)
Chenin bianco
Sud Africa
è disponibile.

Recensioni dei prodotti